Skip to content

Tempeh e Quinoa dalla “Spaziosità interiore”

Questa ricetta è nata da un’improvvisazione.

In cucina per essere dei bravi cuochi non è necessario fare mille corsi di formazione o studiare all’alberghiero, ma semplicemente possedere due requisiti fondamentali anche nella vita: amore e spaziosità interiore.
Questa cosa la affermo perchè spesso sento molte persone avere svalutazione di se stessi, e tra la pigrizia, la non conoscenza e la convinzione di non essere capaci, ci si pone autonomamente grandi limiti.

Quando ci apriamo al momento presente e facciamo un tentativo, sperimentiamo, ma lo facciamo con amore, senza giudizio e con pazienza, possiamo ottenere anche piatti che fanno da specchio a nostre capacità che non pensavamo nemmeno di possedere. Sono d’accordo sul fatto che gli studi, la professione, l’esperienza e la conoscenza permettono di sviluppare consapevolezza che ci mette in condizione a sua volta di realizzare piatti con una certa tecnica, determinati sapori bilanciati e principi nutrizionali rilevanti, ma non bisogna abbattersi e identificarsi con la mancanza di questi strumenti quando ancora non gli abbiamo sviluppati.

A volte l’amore incondizionato verso se stessi e gli altri risulta l’ingrediente fondamentale, perchè il cuore e la mente sono direttamente connessi.
Se apri uno, apri anche l’altro.

Perciò quando apri il cuore, automaticamente si apre anche nella mente la capacità innata – insita nell’uomo – di armonizzare. Quindi assemblare in modo equilibrato le risorse disponibili in quel momento accadrà in modo spontaneo e con buoni risultati. Ciò che ci provoca la disarmonia o disordine è nella nostra mente e lo creiamo noi con i nostri giudizi, forme pensiero, e svalutazione.

La ricetta l’ho realizzata in questo modo.
Ho preparato il tempeh in casa con l’essiccatore, e poi l’ho cotto in padella con salsa di soia. A questo link troverai la ricetta su come prepararlo a casa propria  – se non si possiede un essiccatore, si può acquistare il tempeh in qualsiasi supermercato bio o anche in un Ipermercato ordinario.

Ho preparato del guacamole con avocado, olio di semi di canapa, pomodoro cuore di bue, sale, pepe e del gambo del cipollotto, frullati nel minipimer.
Ho preparato della quinoa bollita al naturale con un pizzico di sale.
Ho tagliato della mela Fuji a fettine e le ho servite a ventaglio sul piatto di portata.

A fine cottura ho servito il guacamole sulla quinoa, il tempeh tagliato a fette e servito sulla mela con del guacamole come guarnizione e infine ho condito a pioggia del peperoncino, alghe miste in polvere e origano.

Il piatto è molto saziante, altamente proteico e saporito.
Sono convinto che chiunque sia in grado di realizzare ottime ricette, anche senza essere uno chef. Semplicemente bisogna avere fiducia in se stessi e fare le cose con amore.

Alexander Pincin

amoreincucina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: